Val Meledrio Calcara

Ecomuseo: La Calcara

La calcara era una rustica fornace dove si cuocevano i sassi calcarei per produrre la calce. La struttura della calcara si otteneva scavando un buco circolare in un terreno argilloso. Le pareti venivano rivestite con pietre di granito, particolarmente resistenti alle alte temperature che si raggiungevano nel processo di cottura (circa 1000°C). Nonostante la loro precarietà (di molte non ne troviamo più traccia) quella della Valle del Meledrio si presenta integra, a testimoniare una pratica artigianale, quasi magica, che ha unito per secoli l’uomo e la sua casa alla montagna. L’uso della calce per la costruzione delle abitazioni fu per le nostre comunità indispensabile dal punto di vista architettonico per poter vivere in ambienti a volte inospitali. La calce fu utilizzata periodicamente anche come legante per piccole manutenzioni, imbiancatura e disinfezione dei locali; essa era anche comunemente usata per frenare eventuali epidemie che colpivano persone ed animali durante i periodi di carestia o di eventi bellici.

Funzionamento della Calcara

Si partiva dalla raccolta della legna, accumulata vicino alla porta della calcara. Si passava poi alla costruzione, con grande perizia, della volta ‘’vólt a bòt” composta da sassi dalla forma allungata detti “cogni” utilizzati per costruire il soffitto semisferico del forno che divideva quindi la calcara in due parti: una superiore destinata alla cottura dei sassi, una inferiore dove veniva alimentato il fuoco. La porta veniva sigillata nella parte superiore con malta di calce e la parte inferiore, sotto la volta, veniva lasciata aperta per poter introdurre la legna. Partendo dalle pietre più grosse si procedeva al riempimento della calcara utilizzando pietre sempre più piccole. Alla fine il cumulo veniva completato dandogli una forma a cupola, che veniva coperta con uno strato di malta, attraversata da fori che fungevano da camino. Si passava così all’accensione del fuoco che durava circa novanta ore. Trascorso il tempo necessario, le pietre calcaree perdevano la loro struttura diventando calce.

File allegati

PIANO DI SVILUPPO RURALE - ASSE 4 LEADER 

Gal Val di Sole

Unione Europea

Iniziativa realizzata con il cofinanziamento del F.E.A.S.R.
(Fondo Europero Agricolo per lo Sviluppo Rurale)
e con Fondi Statali e Provinciali