Val Meledrio

Ecomuseo: G. Santa Brigida

Quasi al sommo del colle di Santa Brigida (m.s.l.m. 1353) in passato si ergeva un ospizio con adiacente una chiesetta, a tutela e conforto dei pellegrini che da Campiglio scendevano a Dimaro attraverso il Passo di Campo Carlo Magno o viceversa, dalla Valle di Sole passavano in Val Rendena attraverso la cosiddetta “selva”. I frati continuarono per secoli nel loro compito di assistere, rifocillare ed aiutare i viandanti che sempre più numerosi, bussavano alla loro porta. Verso la metà del XVII secolo l’ospizio decadde e la comunità dei monaci fu sciolta.

Sia l’Ospizio che la cappella di S. Brigida sono stati cancellati dal tempo e dall’ingiuria degli eventi atmosferici; ricerche storiografiche e scavi archeologici nel sito che si presumeva celasse i resti della chiesetta, hanno riportato alla luce una chiara indicazione della traccia del presbiterio. All’interno del perimetro del muro di sostegno della chiesa, sono stati inoltre trovati alcuni scheletri umani privi di corredo od oggetti databili.

File allegati

PIANO DI SVILUPPO RURALE - ASSE 4 LEADER 

Gal Val di Sole

Unione Europea

Iniziativa realizzata con il cofinanziamento del F.E.A.S.R.
(Fondo Europero Agricolo per lo Sviluppo Rurale)
e con Fondi Statali e Provinciali